Microcalcestruzzi HPFRC

fibrorinforzati con fibre in acciaio per il rinforzo strutturale

di pilastri, travi, nodi trave-pilastro e cappe di rinforzo.

Le caratteristiche dei calcestruzzi FRC e HPFRC

L’impiego dei calcestruzzi fibrorinforzati (Fiber Reinforced Concrete – FRC) ha trovato ormai successo in numerose applicazioni strutturali, nelle quali sono state eliminate (parzialmente e/o totalmente) le armature tradizionali.

Il progettista deve quindi calcolare l’intervento consapevole di impiegare un materiale con caratteristiche strutturali differenti, rispetto a quelle di un calcestruzzo ordinario.

I calcestruzzi FRC sono materiali compositi costituiti da una matrice cementizia (calcestruzzo o malta) additivata con fibre corte in acciaio o sintetiche. A queste potranno poi aggiungersi, a seconda dell’elemento strutturale oggetto di intervento, armature ordinarie o da precompressione.

L’aggiunta di fibre disperse in una matrice di tipo cementizio ne modifica le proprietà meccaniche.

L’obiettivo delle fibre è quello di contrastare l’apertura progressiva delle fessure conferendo al calcestruzzo, dopo la fessurazione, una significativa resistenza residua a trazione (tenacità del calcestruzzo FRC).

La resistenza a trazione residua, quindi anche l’energia specifica necessaria a rompere a trazione il conglomerato o per giungere a valori di apertura delle fessure predeterminati, dipende da molteplici fattori quali:

  1. rapporto di aspetto della fibra;

  2. percentuale di volume delle fibre rispetto al volume totale del composito;

  3. caratteristiche fisico-meccaniche delle fibre;

  4. caratteristiche fisico-meccaniche della matrice cementizia.

Le fibre sono pertanto in grado di manifestare il loro contributo conferendo al composito una resistenza post-fessurativa, assente nella matrice senza fibre, grazie allo sviluppo di una fessurazione diffusa all’interno della matrice.

 

Gli FRC vengono così classificati:

  1. a normali prestazioni, per resistenze a compressione sino a C45/55;
  2. ad alte prestazioni, con resistenze a compressione sino a C70/85;
  3. ad alta resistenza, con resistenze a compressione superiori a C70/85 e sino a C90/105;
  4. nel caso di classi di resistenza a compressione superiori al C90/105, le prestazioni degli UHPC non sono ancora state prese in considerazione dal contesto normativo attuale.

Calcestruzzi appartenenti alle classi di resistenza sopra riportate e caratterizzati da una quantità di fibre strutturali superiori allo 0,3% in volume potranno essere classificati come segue:

  1.   FRC (Fiber Reinforced Concrete);
  2.   HPFRC (High Performance Fiber Reinforced Concrete);
  3.   UHPFRC (Ultra High – Performance Fiber Reinforced Concrete).

All’interno di questa classificazione si inserisce il prodotto Micro Gold Steel di Ruregold, classificato come HPFRC: alta prestazione e fibrorinforzato.

microcalcestruzzi-hpfrc-micro-gold-steel-ruregold
microcalcestruzzi-hpfrc-micro-gold-steel-ruregold-rinforzo-colonna
microcalcestruzzo-ruregold-laterlite-basso-spessore

Campi di applicazione dei Microcalcestruzzi HPFRC

Il calcestruzzo fibrorinforzato Micro Gold Steel ad alte prestazioni HPFRC di Ruregold viene utilizzato in numerose tipologie di interventi di rinforzo strutturale:  – interventi di rinforzo a pressoflessione e taglio di pilastri in calcestruzzo armato;  – interventi di rinforzo strutturale del pannello di nodo trave-pilastro;  – interventi di rinforzo a flessione e taglio di travi;  – interventi di rinforzo per cappe collaboranti di solai esistenti soggette a trazione.

Rinforzo travi

Rinforzo pilastri

Rinforzo per cappe collaboranti di solai

microcalcestruzzo-micro-gold-steel-ruregold-rinforzo
microcalcestruzzo-micro-gold-steel-ruregold-rinforzo-nodo-trave-pilstro

Curve sperimentali carico/deformazione e resistenza a trazione residua

Si riportano nel seguito alcune curve di resistenza a trazione residua ottenute per i due Micro Gold Steel ed FCC rispettivamente, durante l’iter di qualificazione ministeriale.

Si segnala che il prodotto di Ruregold Micro Gold Steel ha superato una serie di prove aggiuntive, aderenza a seguito di un trattamento gelo/disgelo con sali disgelanti,  particolarmente importante per impieghi anche in ambito infrastrutturale.

caratterizzazione-de-CMOD-micro-gold-steel-ruregold

Caratterizzazione del CMOD MicroGold Steel

Nella tabella riassuntiva sono messi a confronti i valori di resistenza residua a trazione per flessione – fRj (MPa) dei vari prodotti.

Caratterizzazione de CMOD Micro gold steel Ruregold

DOCUMENTAZIONE

Brochure Microcalcestruzzi fibrorinforzati e Rinforzi strutturali tecnologia FRC| Ruregold

Guida ai rinforzi strutturali e antisismici | Ruregold

Super Bonus 110% | Guida alle soluzioni integrate | Leca e Ruregold

Brochure Infrastrutture: le referenze | Ruregold

Quaderno tecnico | Ruregold

Scopri i prodotti

Previous page arrow
Next page  arrow